News

Pakistan, attentato contro l'esercito

immagine

ISLAMABAD, Pakistan —  Ancora bombe e ancora vittime. Ennesimo sanguinosissimo attentato nelle scorse ore in Pakistan. Obiettivo della furia dei talebani stavolta un convoglio militare pakistano in transito nella zona di Alpuri, capoluogo del distretto di Shangla, ai confino con lo Swat.

Drammatico il bilancio della deflagrazione. Trentadue morti di cui 28 militari e 4 civili. L’esplosione è avvenuta a un posto di blocco presso un mercato della cittadina di frontiera (nella foto).
 
Si tratta del secondo attacco da parte dei ribelli talebani nel giro di due giorni. Il giorno precedente un commando di integralisti aveva assaltato il quartier generale dell’esercito pakistano a Rawalpindi, prendendo in ostaggio una quaratina di persone.
 
La risposta delle forze di sicurezza non si era fatta attendere, Nel blitz delle teste di cuoio erano però morte 19 persone: tre ostaggi, otto uomini delle forze speciali e otto terroristi.
 
Nel frattempo almeno 31 talebani sono stati uccisi in una serie di raid compiuti nelle ultime 24 ore dall’aviazione pakistana nel Sud Waziristan, nelle aree tribali del nord-ovest. Si tratta di zone d’alta montagna dove i ribelli hanno le loro roccaforti.
 
Secondo la televisione Al-Jazeera l’operazione è il preludio a una prossima offensiva di terra dell’esercito che, stando a quanto ha riferito il ministro dell’Interno pakistano Rehman Malik, sarebbe imminente. 
 
WP

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close