• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

La cresta Signal tutta d’un fiato per Cazzanelli e Stheidl

Da relazione la cresta Signal sul Monte Rosa viene data in due giorni con tempistiche che vanno dalle 4/5 ore il primo giorno per arrivare alla capanna Resegotti (partendo da Alagna sono circa 2200 metri di dislivello) per poi affrontare, il secondo giorno, gli ultimi 900 metri di dislivello per arrivare alla capanna Margherita, a 4554 metri di quota. Per il secondo giorno i tempi sono dati tra le 6 e le 8 ore. La cresta presenta difficoltà fino al IV grado. 

Ci sono però anche altre tempistiche, da record, che portano il nome di due guide alpine. Infatti questo martedì  François Cazzanelli e Andreas Stheidl hanno percorso la cresta, partendo dalla chiesa di Alagna alle 3.1o del mattino e arrivando alla capanna Margherita, nel tempo record di 4 ore e 40 minuti. Percorrendo un totale di 3400 metri di dislivello, tutto di un fiato,  su una delle creste più belle e famose del gruppo.

François ci ha raccontato: “Era da tempo che avevamo in mente questa salita e nessuno dei due l’aveva percorsa prima. Volevamo confrontarci in velocità e in totale autonomia su una salita nuova. Non pensavamo di metterci così poco, però tutto è andato secondo i nostri piani! Per entrambi è stata una bellissima giornata dove ci siamo divertiti su una delle vie più belle e spettacolari delle alpi. Ci tengo a ringraziare molto Michele Cucchi per tutto l’aiuto che ci ha dato. E un particolare ringraziamento anche  ad Andeé Tamone ed Emanuele Penotti per l’ottima accoglienza e la colazione al Rifugio Regina Margherita“.

Foto in alto: François Cazzanelli sulla cresta Signal @Facebook François Cazzanelli

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.