Cronaca

Incidente sul Rosa: arrestato il pilota

immagine

AOSTA — Aveva appiccato un incendio all’hangar dell’aeroporto di Grenoble prima di salire sul piper e fuggire verso la Valle d’Aosta. Questa la ragione per cui André Michelin, pilota dell’aereo da turismo schiantatosi lunedì scorso sul monte Rosa, non avrebbe comunicato il piano di volo. La polizia di Aosta lo ha arrestato ieri mattina su mandato della Corte d’appello di Grenoble.

Era in fuga dal luogo del delitto, si potrebbe dire. O almeno questa sarebbe l’accusa formulata dalle autorità francesi per il pilota André Michelin, 64 anni. Secondo la Polizia di Grenoble infatti, l’uomo avrebbe dato fuoco all’hangar di 400 metri dell’aeroporto cittadino, per poi scappare senza chiedere l’autorizzazione e comunicare i piani di volo.

Per sua sfortuna però la sorte non era dalla sua, e così, circa alle 9.40 di lunedì mattina il suo aereo da turismo Robin Dr si è schiantato sul ghiacciaio del Lyskamm, nel massiccio del Rosa.

Ieri mattina le forze dell’ordine hanno prelevato Michelin dall’ospedale Umberto Parini di Aosta, dove era ricoverato con una prognosi di 10 giorni per le ferite riportate nell’incidente. La polizia, agendo su mandato della Corte di appello di Grenoble, ha arresto il pilota, che è stato recluso nel carcere di Brissogne. L’accusa è di danneggiamento.

Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close