Cronaca

Francia, donne travolte su Bianco e Ruan

immagine

CHAMONIX, Francia — Sono due le donne morte sulle Alpi Francesi nei giorni scorsi. La prima è un’alpinista di Chamonix, deceduta durante una scalata sul Monte Bianco, e la seconda è una scialpinista travolta da un seracco sul Mont Ruan, al confine con la Svizzera, dove altre 4 persone sono rimaste ferite e dove attualmente risulta ancora disperso un membro del gruppo.

La donna morta sul Bianco era Nathalie Osterberger, di circa trent’anni, un’alpinista che, secondo quanto riferito dalla stampa locale, era piuttosto nota a Chamonix. La donna stava scalando il Pilier Rouge dell’Aiguille de Blaitière, 3522 metri, insieme ad un compagno quando dalla parete si è staccato un blocco di roccia che l’ha travolta. La donna è morta in seguito alle ferite riportate.

Sul Mont Ruan, 3.057 metri, l’incidente è avvenuto ieri mattina: un seracco è crollato a circa 2.600 metri di quota su due cordate di scialpinisti: due sono stati travolti, gli altri quattro feriti di striscio.

I gendarmi d’alta montagna di Chamonix, intervenuti poco dopo per i soccorsi, hanno ritrovato senza vita una delle due persone travolte, una donna di 56 anni. L’altra persona, invece, è ancora dispersa sotto i blocchi di ghiaccio: i soccorritori hanno riferito che le speranze di ritrovarla viva sono ridotte a un lumicino.

Le ricerche sono riprese questa mattina presto, dopo essere state interrotte ieri pomeriggio a causa del caldo che rischiava di provocare nuovi crolli.
 

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close