• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Sport

Giro d’Italia: tutte le tappe di montagna da non perdere!

L’edizione 100 del Giro d’Italia è iniziata venerdì 5 maggio con la tappa Alghero-Olbia. Le prime salite di media montagna si sono viste però nella seconda, la Olbia-Tortolì, dove sono stati toccati i 1002 metri di quota del Passo di Genna Silana, nel Gennargentu.

Il primo arrivo in salita si avrà però domani, 9 maggio, con la quarta tappa (Cefalù-Etna). I ciclisti termineranno gli ultimi km con la scalata al Rifugio Sapienza (1892 metri) per il versante nord dell’Etna. Pendenza media attorno al 6% senza picchi particolarmente intensi. 

Per tornare a salire ci sarà poi da attendere la nona tappa (14 maggio), quando i ciclisti arriveranno in Appennino e termineranno la loro pedalata con gli ultimi 13 km di salita per l’ascesa al Blockhaus (1674 metri) sulla Majella. La pendenza si manterrà sopra il 9% con punte fino al 14%.

Mercoledì 17 maggio, dopo la prima crono (Foligno-Montefalco), si riparte con un tappone appenninico, il Firenze-Bagno di Romagna, che presenta ben quattro GPM: il Passo della Consuma, il Passo della Calla, il Passo del Carnaio e del Monte Fumaiolo.

Nuovo arrivo in salita con la tappa 14 (20 maggio): dopo i primi 120 km assolutamente veloci e pianeggianti attraverso la Pianura Padana, gli ultimi 11 km saranno durissimi con 700 metri di dislivello che da Biella porteranno i ciclisti al santuario del Monte Oropa, a 1142 metri. La pendenza è di oltre il 7% con punte al 13% a pochi chilometri dall’arrivo.

Si entrerà quindi nella settimana alpina, con cinque difficilissime tappe.

Il primo enorme scoglio sarà la 16esima (23 maggio), con circa 5400 m di dislivello ed il passaggio sui tre versanti dello Stelvio. Si parte da Rovetta e, dopo aver superato il Passo del Mortirolo (1854 metri) ed aver attraversato Bormio, si scalerà il Passo dello Stelvio (2758 metri), la Cima Coppi di quest’edizione. Si sconfinerà poi in Svizzera per affrontare l’Umbrail Pass (2502 metri) che rientra in Italia a soli 3 km dalla vetta dello Stelvio e quindi ridiscesa a Bormio.

Altimetria Tappa 16 Rovetta-Bormio

La 17esima tappa (24 maggio) con l’arrivo a Canazei avrà come protagoniste le salite all’Aprica e al Passo del Tonale. Nessun riposo per i ciclisti, che il 25 maggio affronteranno il tappone dolomitico con partenza da Moena. I GPM sono cinque: Passo Pordoi, Passo Valparola, Passo Gardena, Passo Pinei e Pontives (salita finale) tutti in successione senza tratti pianeggianti. In 137 km si scalano poco meno di 4000 m di dislivello con pendenze medie attorno al 7% e punte fino al 15%. Arrivo previsto a Ortisei.

La 19esima tappa di San Candido-Piancavallo, 26 maggio, avrà l’ultimo arrivo in salita del Giro. Si attraverseranno i GMP del Passo di Monte Croce Comelico, di Cima Sappada e del Sella Chianzutan per poi arrivare, dopo gli ultimi 15 km interamente in salita, al GMP di Piancavallo. Si segnalano i primi 10 km molto ripidi sempre attorno al 9% con punte del 14%.

La 20esima tappa (27 maggio) sarà l’ultima con un gran premio della montagna con la salita al Monte Grappa e l’ultima salita a Foza (GPM inedito per il Giro con salita regolare al 7% con numerosi tornanti).

Il giro terminerà con la tappa numero 21, domenica 28 maggio, con la crono finale a Milano.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.