Cronaca

Sabato 11 marzo, giornata nera sulle montagne bergamasche

Sabato 11 marzo è stato un giorno molto sfortunato per gli appassionati di montagna e scialpinismo bergamaschi. Infatti l’intera giornata è stata scandita dagli interventi dell’elisoccorso.

Il primo allarme a Lizzola, verso le 10 di mattina, dove l’elisoccorso ha dovuto recuperare uno sci alpinista caduto in

Fonte: Mirco Bonacorsi

una scarpata. L’uomo ha perso l’equilibrio ed è precipitato. La richiesta di soccorso degli amici  è stata immediata e in pochi minuti è giunta sul posto l’eliambulanza del 118. Sul posto è arrivato anche il soccorso alpino che non è però intervenuto.  L’uomo è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXII di Bergamo e, con una diagnosi di forte trauma cranico, la prognosi è riservata ed è in pericolo di vita.

L’elisoccorso è dovuto di nuovo intervenire intorno alle 11 a Oltre il Colle per un uomo che è precipitato; anche in questo caso le condizioni sono gravi. Tra le 13 e le 14 poi altre due persone sono state soccorse a Colere, una donna sulle piste e un ragazzo, caduto in un burrone mentre rientrava dal monte Ferrante. Il giovane è caduto per oltre 100 metri.

Infine alle 15.30 circa a Foppolo l’ultimo intervento di questa giornata “nera”, dove è stato recuperato un 61enne le cui condizioni non sono, per fortuna, gravi.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close