Alpinismo

Kammerlander verso il Mount Logan

immagine

CAMPO TURES, Bolzano — Kammerlander di nuovo in viaggio verso l’Alaska. Dopo aver intascato la vetta dell’Ojos del Salado, un vulcano di 6.893 metri tra Cile e Argentina, il fortissimo alpinista altoatesino è di nuovo in viaggio verso il secondo obiettivo del suo nuovo progetto, che prevede la scalata delle seconde cime del mondo. Ora lo attende il Mount Logan.

Come previsto la salita all’Ojos del Salado non è stato un problema per Kammerlander, che è tornato dal Sudamerica già a fine aprile. Dopo un paio di settimane a casa, a Campo Tures, l’alpinista è ripartito per la seconda cima del continente nordamericano, il Mount Logan, una sfida completamente diversa dalla prima.
 
L’idea è quella di salire la montagna, alta 5.959 metri, e poi scendere con gli sci. Secondo Kammerlander questa vetta è ben più difficile non solo dell’Ojos del Salado, ma anche del McKinley. Il clima è estremamente rigido, con bassissime temperature, venti forti e gelidi.
 
Insieme all’alpinista di Campo Tures ci sarà anche una guida alpina di Brunico, Wilfried Oberhofer. I due dovrebbero far ritorno in Italia a metà giugno.
 
 
Valentina d’Angella
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close