Cronaca

Scialpinista muore sotto una valanga

immagine

DOBBIACO, Bolzano — Di nuovo una tragedia sulle nevi. Questa volta in Alto Adige, nella Val Pusteria. Una coppia di scialpinisti è stata travolta ieri da una valanga a oltre 2000 metri di quota sul Corno Fana. I due avevano risalito il monte fino alla croce attorno a mezzogiorno. Da un rifugio sottostante uno sciatore li aveva visti assieme sulla vetta: il tempo di girarsi e ha sentito un forte rumore. La slavina che veniva giù.

La valanga è caduta ieri in tarda mattinata nel territorio del comune di Dobbiaco, al confine con l’Austria, in Val Pusteria. Un medico di Bolzano e una collega che era con lui, stavano facendo una scialpinistica sul Corno di Fana. Avevano da poco raggiunto la vetta, di 2.663 metri di altezza, quando la massa di neve si è staccata dalla montagna.
 
La valanga ha avuto un fronte di circa 60 di metri per oltre un chilometro di sviluppo. Secondo le prime ricostruzioni dal rifugio Bonnesit uno sciatore ha assistito a tutta la scena, ha visto l’uomo rimanere travolto dalla neve, e ha subito chiamato i soccorsi.
 
Nel frattempo l’altra scialpinista scendeva lungo la valanga in cerca dell’amico, senza riuscire a trovarlo. Sul posto nel giro di pochio minuti sono arrivati gli uomini dell’Aiut Alpin Dolomites e del Suem di Pieve di Cadore, che hanno sbarcato l’equipaggio a monte e a valle della slavina per trovare il disperso.
 
Il personale medico, i due tecnici del Soccorso alpino a bordo e le due unità cinofile hanno subito iniziato a muoversi con l’Arva, che ha intercettato il segnale del dispositivo indossato dall’uomo. I soccorritori hanno trovato lo scialpinista sotto quasi due metri di neve. Quando sono riusciti ad estrarlo era già morto e a nulla purtroppo sono valsi i tentativi di rianimarlo.
 
La donna invece è stata recuperata e trasportata all’ospedale con un elicottero del 118. Attualmente in Alto Adige il pericolo valanghe è marcato 3.
 
 
Valentina d’Angella
Foto courtesy of La Voce del NordEst

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close