Cronaca

Enna, muore folgorato in cantina

immagine

NICOSIA, Enna — Tragedia sulle montagne siciliane. Un uomo è morto mentre stava controlla livello dell’acqua nella cisterna della sua abitazione. Il malcapitato ha, infatti, toccato incautamente la superfice dell’acqua mentre aveva in mano il filo scoperto di una lampada, subendo così una scarica elettrica.

L’incidente è avvenuto ieri a Nicosia, un paese posto a 724 metri di altezza della provincia di Enna. Protagonista della vicenda Giacomi Giami, un 50enne originario della zona ennese, ma residente con la moglie in Toscana.
 
L’uomo aveva deciso di scendere nella cantina della casa dove si trovava per le vacanze estive, per valutare il livello dell’acqua nella cisterna, portando con sè una lampada e un filo volante per far luce nel buio del seminterrato. All’improvviso senza pensarci ha toccato la superficie dell’acqua ed è rimasto fulminato da una violenta scarica elettrica.
 
Subito la moglie ha chiamato i soccorsi, che non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell’uomo, il 50enne, infatti, è morto sul colpo.
 
 
Emanuela Brindisi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close