Cronaca

In 10 per portare a valle uomo di 140 chili

immagine

MONTEVIASCO, Varese — Stava salendo a Monteviasco in funivia, unica via per raggiungere il paese, dove arriva solo una lunghissima scalinata e nessuna strada. D’un tratto però l’impianto si è rotto ma l’uomo, a causa della sua mole di 140 chili, non è riuscito a scendere sulle sue gambe. Così sono arrivati i soccorsi: 10 uomini e l’elicottero l’hanno riportato a valle.

L’episodio è accaduto ieri verso le 3.30 del pomeriggio in Val Veddasca, al confine tra la Lombardia e la Svizzera. Protagonista un uomo affetto da obesità che insieme alla moglie era salito sulla funivia che porta da Curiglia al paese di Monteviasco per una gita in montagna.
 
Durante il viaggio però, l’impianto si è bloccato per un guasto tecnico e i passeggeri sono stati costretti a scendere e a tornare a valle sulle proprie gambe, lungo una scalinata di 1200 gradini. Il paese di Monteviasco infatti, non è collegato con nessuna strada, ma è raggiungibile solo via funivia o scale.
 
La grossa mole dell’uomo però, pesante 140 chili, gli ha impedito di scendere per conto proprio tutta la scalinata. Così, dopo vari tentativi e dopo alcune ore di fatica, il malcapitato ha chiesto aiuto e sono partite le operaizoni di soccorso.
 
Per riuscire a riportarlo a Curiglia è stato necessario l’intervento di 10 uomini, 5 del soccorso alpino e 5 dei Vigili del fuoco, più l’utilizzo dell’elicottero. Le operazioni di soccorso si sono infine concluse verso le 8 di sera.
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close