Cronaca

Enna: trovato morto in un appartamento

immagine

ENNA —  E’ stato ritrovato morto in un appartamento un avvocato di Enna, la cittadina siciliana che svetta a 900 metri di quota sulla valle del Dittaino. Sul corpo della vittima gli inquirenti hanno trovato i segni di diverse coltellate. Un testimone avrebbe permesso la cattura del presunto omicida, attualmente in stato di fermo.

La vittima è Roberto Rosso, avvocato di 32 anni, che nella mattinata di ieri è stato trovato a terra riverso in una pozza di sangue in un appartamento di Enna. Sul corpo dell’uomo vi erano i segni di diversi fendenti con cui sarebbe stato ucciso.
 
Secondo le prime informazioni ci sarebbe un testimone che avrebbe assistito al crimine. L’individuo, la cui identità è attualemnte sconosciuta, presente nella casa al momento del crimine, si sarebbe chiuso nel bagno dell’appartamento per la paura. Infine avrebbe dato allarme e chiamato i soccorsi.
 
Gli agenti della squadra mobile sono giunti immediatamente sul posto. Dopo aver accertato la morte dell’avvocato, sono partiti immediatamnete alla ricerca del presunto colpevole: Vincenzo Sprone, 33enne proprietario dell’abitazione dove è avvenuto l’omicidio.
 
Sgomento nella città quando presso il bar vicino all’appartamento sono arrivate a sirene spiegate le auto della polizia per arrestare l’uomo, che nel frattempo stava tranquillamente sorseggiando una birra. Portato in questura è stato interrogato pr diverse ore, a segiuto del quale è stato posto in stato di fermo. Secondo alcune indiscrezioni l’omocidio avrebbe un movente passionale: Sprone era convinto che esistesse una relazione tra l’avvocato e la sua ex moglie.
 
 
Emanuela Brindisi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close