Cronaca

Doppio incidente sulle montagne del Friuli: un morto e un ferito grave

 

TARVISIO, Udine — E’ tragico il bilancio del weekend. Due gravi incidenti sono avvenuti sui rilievi del tarvisiano, in provincia di Udine. Uno sloveno è morto dopo essere precipitato in un canalone nei pressi di Fusine. E un escursionista ungherese è rimasto gravemente ferito dopo essere stato colpito da un sasso staccatosi da una montagna nell’area di Tarvisio.

Lo sloveno Roman Turk, di 75 anni, era impegnato nella discesa dell’area Ponza Grande del monte Mangart per raggiungere il rifugio "Zacchi". Era in compagnia di alcuni connazionali e, per cause ancora da accertare, è scivolato in un canalone compiendo un volo di circa 40 metri. L’escursionista è morto sul colpo.
 
Il corpo dello sloveno è stato recuperato da un elicottero della Protezione Civile del capoluogo friulano. Sul luogo sono intervenuti anche il Soccorso alpino della Guardia di Finanza di Sella Nevea (Udine) e i volontari del Corpo nazionale di Tarvisio.
 
Weekend tragico anche per un escursionista ungherese. Marton Attila Geza, di 57 anni, stava procedendo in quota nell’area di Tarvisio, quando è inciampato cadendo a terra e rimanendo colpito da un sasso staccatosi dalla parete rocciosa della montagna.
 
L’uomo è stato soccorso dai volontari del Soccorso alpino di Tarvisio e un’ambulanza del 118 ha trasportato l’ungherese all’ospedale di Tolmezzo. L’escursionista ha riportato gravi ferite e lesioni al torace con conseguenti difficoltà respiratorie. La prognosi è riservata.
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close