Cronaca

Weekend di super lavoro per il 118

immagine

L’AQUILA — Sono giornate di super lavoro per il soccorso alpino e il 118. Con migliaia di escursionisti in giro per montagne, gli interventi sono assicurati. Fra i tanti, due salvataggi per miracolo, uno sul Monte Meta (in Abruzzo), l’altro a Punta Lamarmora (in Sardegna).

Il primo episodio riguarda un ragazzino di 14 anni di San Giorgio Jonico. L’escursionista stava facendo un arrampicata sul costone del Monte Meta (Parco Nazionale dell’Abruzzo) quando ha perso l’appiglio.
 
Terribile il volo nel vuoto.  il giovane è precipitato per 30 metri e si è salvato solo grazie all’intervento tempestivo dell’elicottero del 118.
 
Ricoverato all’ospedale dell’Aquila, il ragazzino ha riportato diverse fratture e un forte trauma cranico, ma per fortuna non è in pericolo di vita.
 
Vicenda altrettanto pericolosa in Sardegna, dove un gruppo cagliaritani ha deciso di fare un’escursione nottura – notturna – a Punta Lamarmora. Arrivati in prossimità della cima, uno di loro – Raffaele Galleri, 65 anni di Selargius – ha messo un piede in fallo ed è caduto in un dirupo.
 
Anche lui è stato salvato per miracolo dall’intervento dell’elicottero del 118, coordinato dalla sede del Soccorso alpino di Nuoro. Trasportato all’ospedale di Lanusei ha riportato la frattura di una gamba. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close