Cronaca

Escursionista cade in una cava: salva

immagine

URBINO — E’ stata una disavventura che ricorderà per un bel po’, visto lo spavento.  Protagonista della vicenda, una turista in vacanza sulle montagne marchigiane. La donna, impegnata in un’escursione con il compagno lungo una cava del Monte Nerone, Appennino Marchigiano, è caduta rovinosamente a terra e lì è rimasta bloccata.

Solo l’intervento dei soccorritori ha evitato il peggio. La donna, 65 anni, orginaria di Città di Castello, era appassionata di trekking. Stavolta, durante una salita lungo il sentiero numero 1 che conduce alla cima della montagna, è scivolata procurandosi una forte contusione alle gambe che gli ha impedito di rialzarsi.

Il compagno ha subito chiamto i soccorsi. Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Piobbico, insieme al personale dei vigili del fuoco. La zona in cui si trovava la sfortunata escursionista era particolarlmente impervia.

I due sono stati trovati nei pressi della cava di Travertino, in una zona molto addentrata della montagna, raggiungibile con difficoltà dai soccorritori. Per raggiungerla, il comandante, un carabiniere, e la squadra dei vigili del fuoco di Cagli hanno dovuto salire da una strada sconessa, fino alla vecchia cava di travertino sulle pendici del Monte Nerone. Dopodichè hanno localizzato i due lungo un sentiero, dall’altra parte dell’avvallamento.

La donna è stata calata per 40 metri attraverso una barella di vigili del fuoco e poi trasportata a valle. Ricoverata all’ospedale di Città di Castello, se l’è cavata con un grande spavento e la frattura del malleolo della gamba destra.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close