Cronaca

Rogo del Bianco: in ricordo dei bikers

immagine generica

COURMAYEUR, Val d’Aosta — Per ricordare i due motociclisti che nel 1999, sono morti nel rogo del Monte Bianco, sabato pomeriggio a Courmayeur si è tenuta una cerimonia commemorativa. Più di 1000 bikers sono accorsi da tutta Italia, dalla Francia e anche dalla Svizzera, per portare un saluto agli amici scomparsi.

Pierlucio "Spadino" Tinazzi e Stefano Manno. Questi i nomi dei due motociclisti che il 24 marzo 1999 sono morti nel rogo del tunnel del Monte Bianco. I motociclisti che hanno partecipato alla cerimonia sono arrivati dalla Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Lazio, Emilia, Veneto e Friuli ma anche da Francia e Svizzera .

I centauri si sono ritrovati nel piazzale del traforo dove sono stati deposti fiori in memoria delle vittime. Pierlucio Tinazzi aveva 33 anni ed era addetto alla sicurezza della società di gestione del traforo: morì dopo che aveva tratto in salvo alcuni automobilisti con la sua moto e stava soccorrendo un anziano. Stefano Manno aveva 38 anni, era appassionato di moto e faceva l’autista di tir: è morto mentre stava rientrando dalla Francia per lavoro.

Alla cerimonia era presente anche il sindaco di Courmayeur, Fabrizia Derriard. "Il messaggio che lanciamo – ha spiegato Riccardo Forte, presidente del coordinamento motociclisti – è sempre lo stesso: più sicurezza sulle strade, con azioni concrete e sensate".

Elisabetta Moretti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close