Cronaca

Valcamonica: muore ice climber

BRESCIA — Stava superando un passaggio di misto, quando ha perso l’appiglio ed è precipitato per trenta metri. Una caduta fatale per un ice climber di Nave, in provincia di Brescia, che stava salendo con un amico una via di ghiaccio nei pressi del Lago della Vacca, in Valcamonica, a 2.100 metri di quota.

L’incidente è avvenuto ieri, giorno di Pasquetta, nella valle del Caffaro, sulle montagne bresciane. La vittima, Giacomo Rosetti, era molto conosciuto nel bresciano per la sua attività alpinistica.

Ieri, però, qualcosa è andato storto. Mentre stava salendo una via nei pressi della diga del Gaver, l’uomo è precipitato improvvisamente. Il suo compagno di cordata è sceso immediatamente per avvertire il guardiano della diga, che si trovava al rifugio Gabriele Rosa.

Nel giro di poche decine di minuti è arrivato sul posto l’elicottero, che ha prelevato il ferito e lo ha portato all’ospedale Civile di Brescia. Non poche le difficoltà del recupero, a causa delle violente raffiche di vento che spiravano nella valle.  

Purtroppo, le ferite riportate nella caduta si sono rivelate troppo gravi. E l’uomo è sopravvissuto solo qualche ora prima di spirare nel reparto rianimazione dell’ospedale.

Non è ancora chiara la causa dell’incidente, forse provocato dalle abbondanti nevicate cadute nella zona durante i giorni precedenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close