• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Valanga a Bormio, nessun coinvolto. Ma si alza il pericolo

elic-300x225.jpg

BORMIO, Sondrio — E’ caduta nel primo pomeriggio di oggi una valanga in prossimità della zona di Bormio 3000. I tecnici della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna del Cnsas, appartenenti alla Stazione di Bormio, hanno bonificato la zona verificando che non ci fosse nessuna persona coinvolta. Ma è forte il richiamo all’attenzione verso tutti gli escursionisti: le nevicate degli ultimi giorni hanno deposto oltre 1 metro neve, soprattutto sulle alpi di confine, dove il pericolo valanghe è di grado 4 – forte.

I soccorritori a Bormio sono stati allertati dalla Centrale del 118, dopo la segnalazione della possibile presenza di tre sciatori avvistati da un testimone non molto distante da dove è avvenuto il distacco, che aveva un fronte di circa 40 metri per una scivolata di un centinaio. “Sul posto anche le Unità cinofile da ricerca in valanga – riferisce il Cnsas con un comunicato -. Altri tecnici erano pronti a partire in caso di necessità. La bonifica è stata effettuata per mezzo di una serie di valutazioni e di esami, con sondaggi sintomatici nelle aree di maggiore accumulo di neve e i rilevamenti del segnale di dispositivi Artva, tutti con esito negativo. Sul posto anche l’elicottero e un gatto delle nevi”.

Nelle ultime ore il pericolo valanghe si è alzato molto in Alta Valtellina, dove le perturbazioni di questi giorni hanno depositato molta neve fresca. Gli accumuli nevosi hanno raggiunto oltre 1 metro al di sopra dei 2000 metri e hanno appesantito il manto nevoso che risulta per ora poco coeso e scarsamente consolidato. Nel Gruppo Adamello-Brenta, Gruppo Ortles-Cevedale, e nelle valli del Lys e Champorcher in valle d’Aosta il pericolo è di grado 4, forte. Su tutto l’arco alpino restante è di grado 3 marcato, fatta eccezione per le montagne piemontesi dove ha nevicato poco.

A causa delle abbondanti nevicate in Valtellina e in Valchiavenna hanno dovuto anche essere sospese le manifestazioni e le iniziative previste per oggi nell’ambito dell’iniziativa “Sicuri con la neve”, giornata nazionale di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale (Santa Caterina Valfurva, Madesimo – Val Chiavenna e Pesce Gallo – Gerola Alta).

Sono invece state svolte con regolarità e con successo le iniziative in provincia di Lecco (Valsassina – Piani di Bobbio), di Brescia (Vione – Alta Valle Camonica) e Bergamo (Monte Pora – loc. Valzelli, Clusone, Piani dell’Avaro – Cusio). Con il progetto Sicuri in Montagna, da oltre un decennio, il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, il Club Alpino Italiano con le Scuole d’Alpinismo e Scialpinismo, le Commissioni e Scuole Centrali di Escursionismo, Alpinismo Giovanile, Fondoescursionismo, il Servizio Valanghe Italiano, la Società Alpinistica F.A.L.C., Enti ed Amministrazioni che si occupano di montagna, promuovono queste iniziative che mirano alla prevenzione degli incidenti in montagna. La partecipazione è gratuita.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.