Cronaca

Bolzano: cadavere trovato nell’Isarco

BOLZANO — Dopo il cadavere decapitato trovato a fianco dell’Autobrennero, nuovo macabro ritrovamento a Bolzano nel giro di 5 giorni. Il corpo senza vita di un uomo di circa 30 anni è stato trovato nel fiume Isarco.

A individuarlo è stato un pescatore che stava pescando nella zona. Il corpo senza vita non aveva addosso nessun documento. Secondo i rilievi della Scientifica, la morte risalirebbe ad almeno 3 giorni fa. Al momento del ritrovamento, il cadavere indossava jeans, maglietta, maglione e scarpe da ginnastica.

Intanto emergono nuovi particolari sul cadavere fatto a pezzi e ritrovato nei giorni scorsi in uno scatolone accanto all’Autobrennero. Dalle indagini ancora in corso risulta che l’uomo  – un giovane di razza bianca d’età compresa tra i 20 ed i 25 anni – sia stato strangolato.

Dagli accertamenti necroscopici però è spuntata anche una seconda pista investigativa oltre a un regolamento di conti di un’organizzazione malavitosa: il delitto potrebbe avere sfondo sessuale. La vittima, infatti, avrebbe avuto frequentazioni intense e promiscue di tipo omosessuale. E potrebbe essere rimasto vittima di un gioco erotico estremo.

Sul corpo non ci sono segni di lotta o resistenza e tantomeno segni di lacci o corde. Quindi il macabro finale sarebbe stato compiuto quando il ragazzo era già morto.  E questo farebbe pensare più al gioco erotico finito in tragedia.

Stando alle indagini, la morte è sopraggiunta per asfissia. L’autopsia ha permesso di accertare che la decapitazione è avvenuta dopo il decesso. Per mano di una persona molto esperta, con una tecnica simile a quella utilizzata dai macellai in alcuni macelli.

L’ipotesi degli inquirenti è che l’assassino o gli assassini abbiano voluto rendere molto difficile l’identificazione del cadavere. Organizzazioni malavitose? Azione di un singolo? Certo è che gli inquirenti sostengono che il delitto è avvenuto sicuramente all’estero e solo dopo il cadavere è stato gettato sull’autostrada.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close