Alpinismo

Simone Moro ritrova il materiale

SKARDU, Pakistan — Allarme rientrato per Simone Moro. Il materiale rubato, in realtà, non era stato sgraffignato dai soliti ignoti ma semplicemente stivato dall’agenzia in un altro magazzino. E con l’animo più sereno l’alpinista bergamasco ha iniziato l’acclimatamento per l’invernale del Broad Peak, salendo una montagna senza nome di 4.300 metri.

"E’ stato trovato tutto il nostro materiale che consideravamo perduto o rubato – spiega Moro -. Era nel magazzino di Askole dell’agenzia che mi aiuta nell’organizzazione logistica della spedizione. La notizia mi ha riempito di gioia e ora stiamo ultimano i preparativi per il trasferimento in elicottero al campo base".
 
In vista del trasferimento, per acclimatarsi e sopportare meglio il volo a cinquemila metri, Moro ha passato un paio di giorni a quattromila metri, nei dintorni di Skardu.
 
"Abbiamo salito una montagna senza nome sopra il lago Satphara – racconta l’alpinista – situato a 25 minuti di jeep dalla cittadina dove siamo ormai da 8 giorni. Abbiamo passato una notte a circa 4000 metri e la mattina siamo saliti nella neve alta, lungo una cresta esposta, fino alla vetta di circa 4300 metri".
 
Nel frattempo, arrivano notizie "raggelanti" riguardo le temperature sul Broad Peak. "Sembra che saranno davvero estreme – racconta Moro -. Ieri c’erano 44 gradi sottozero a 8000 metri, oggi – 41 con vento a 120 chilometri orari. Sull’Everest, negli stessi giorni, c’erano quasi 15 gradi in più".
 
In questi giorni, Moro ha anche deciso di ampliare la squadra che tenterà la salita. Il quarto di cordata, oltre a Moro, Shaheen Baig e Leonard Werth, sarà Qudrat Ali, alpinista pakistano che ha già salito 4 dei 5 ottomila pakistani.
 
"Faremo due cordate da due – spiega Moro -, esattamente come è avvenuto con i polacchi alla vittoriosa spedizione invernale al Shisha Pangma del 2005. Speriamo porti bene. Sarebbe davvero bello che ci fosse anche un pakistano in una prima invernale in questo paese".
 
Oggi neve, vento e brutto tempo hanno impedito il volo dell’elicottero a campo base. Moro continua con le salite di allenamento e appena migliora, via verso il Broad Peak.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close