Medicina e benessere

Bergamo, si parla di Telemedicina: avanguardia tecnologica e ritardi di legge

Telemedicina - studi alla Piramide dell’Everest
Telemedicina – studi alla Piramide dell’Everest

BERGAMO — Le potenzialità delle telemedicina sono enormi e straordinariamente importanti per coloro che vivono in montagna o si trovano in difficoltà durante trekking e spedizioni alpinistiche. I progressi della disciplina sono costanti grazie anche all’avanguardia delle nuove tecnologie, che viaggiano ben più veloci della legislatura. Si parla di questo il 14 ottobre a Bergamo, nella sede del Cai, dove professionisti del settore si confronteranno su queste tematiche.

Secondo gli esperti di medicina di montagna le tecniche della telemedicina sono diventate negli ultimi anni un sussidio indispensabile e insostituibile nella valutazione clinica del malato, soprattutto in alcune situazioni disagiate, specie in luoghi difficili da raggiungere. Si pensi alla possibilità di trasmettere parametri vitali o di dare indicazioni cliniche tramite, per esempio, indagini diagnostiche. Si pensi alla possibilità di essere d’aiuto a chi è in difficoltà senza bisogno di eseguire direttamente in loco esami e test, ma avvalendosi di strumenti guidati a distanza.

Si parlerà di questo martedì 14 ottobre alla conferenza “Telemedicina e montagna: lo stato dell’arte”. Lo scopo dell’incontro è quello di far conoscere l’utilizzo della telemedicina in montagna, sottolineandone l’importanza, la storia, gli aspetti clinici e i problemi giuridici. La legge,infatti, spesso non é in grado di seguire le novità che la tecnologia propone.

Tre esperti discuteranno dei vantaggi e degli svantaggi della medicina: saranno Guido Giardini, Presidente Società Italiana di Medicina di Montagna, Oriana Pecchio, Past President Società Italiana di Medicina di Montagna, e Luigi Festi, Presidente Commissione Centrale Medica Cai. L’introduzione è affidata a Giancelso Agazzi, membro della Commissione Centrale Medica Cai, mentre la serata sarà moderata da Benigno Carrara, Pesidente Commissione Medica Cai Bergamo.

L’appuntamento è per le 20:45 alla sede del Cai di Bergamo in via Via Pizzo della Presolana, 15. L’ingresso è gratuito ma è necessario la prenotazione sul sito www.bergamoscienza.it.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close