Cronaca

Persi tra le montagne della Val Camonica, notte all’addiaccio per 17 scout

Scout di notte attorno al fuoco (Photo courtesy of Gruppi Scout Agesci Lodi 1 e Lodi 2 on Flickr)
Scout di notte attorno al fuoco (Photo courtesy of Gruppi Scout Agesci Lodi 1 e Lodi 2 on Flickr)

SAVIORE DELL’ADAMELLO, Brescia — Nuovo caso di scout in difficoltà sulle montagne italiane. L’episodio si è verificato la scorsa notte quando 15 ragazzi e due accompagnatori hanno perso l’orientamento nella Valle di Saviore, laterale della Valle Camonica. Costretti a passare la notte in quota, sono stati raggiunti al mattino dal Soccorso Alpino.

Secondo il comunicato del Soccorso alpino e speleologico lombardo (Sasl), un gruppo scout proveniente da Venezia aveva deciso martedì di effettuare un’escursione sulle montagne della provincia di Brescia. Il gruppo era partito da Saviore dell’Adamello, situato nella media Valle Camonica, per raggiungere Pian della Regina (2628 metri).

Durante la salita il gruppo scout, composto da 15 ragazzi e due accompagnatori, si è però ritrovato in una zona impervia del Monte Marser (2776 metri). Contattata dal Soccorso Alpino, la comitiva ha comunicato di essere attrezzata per trascorrere la notte all’aperto aggiungendo che nessuno di loro era ferito e che quindi sarebbero ripartiti la mattina.

I soccorritori hanno quindi atteso la mattina per salire in quota, incontrando gli scout in località Du Oi, lungo la strada che sale da Fabrezza, frazione di Saviore, verso il Rifugio Prudenzini (2235 metri).

Photo courtesy of Gruppi Scout Agesci Lodi 1 e Lodi 2 on Flickr

Tags

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Cioè con due accompagnatori si sono persi e non hanno avuto modo di comunicare la posizione al soccorso? Oggi anche un bambino ha lo smartphone con GPS! Si attrezzino almeno loro!
    Ok che sono autonomi per la notte, ma se fossi un genitore non manderei mai i miei figli in giro con persone così imprudenti!

  2. Ho sempre affermato fin da quando ero giovane; dovrebbe esserci una legge che vieta agli scout di allontanarsi dal prato vicino casa. Graziano Grazzini

  3. Polemica sterilissima: come molte altre persone, non scout, si sono persi.
    Il soccorso alpino li ha contattati.
    Avevano come passare la notte.
    Nessun ferito.
    Potevano tornare giù al mattino dopo.

    Qual’è il problema?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close