Outdoor

Gigante: vince Svindal, Blardone fuori

immagine

SOELDEN, Austria — Peccato, un vero peccato. Massimiliano Blardone non è riuscito a bissare il successo ottenuto ieri sulle piste autriache dall’azzurra Denis Karbon. Anzi, lo sciatore italiano è uscito clamorosamente nella seconda manche del gigante, vinto dal norvegese Aksel Svindal.

Blardone partiva da un quarto posto ben augurante, almeno per il podio, con 89 centesimi di ritardo dalla vetta. L’italiano ce l’ha messa tutta, rischiando oltremodo sul muro. E’ sceso veloce e determinato. Ma poi, nel tratto finale, è andato in rotazione pregiudicando l’intera gara.

Niente da fare, Blardone usciva e così svanivano le speranze di un podio azzurro. Podio che invece ha visto il trionfo del norvegese Svindal (nella foto), già detentore della Coppa. Svindal ha sciato in maniera perfetta dall’inizio alla fine del tracciato. Tanto da arrivare al traguardo con un distacco di 1’06 sul parziale momentaneo.

Nemmeno un Kalle Palander in buona forma e un Ted Ligety dato per favorito dopo la prima manche sono riusciti a staccare il norvegese dal gradino più alto del podio. La gara finiva con Svindal (tempo finale 2’17"87), secondo l’americano Ligety a 32 centesimi, terzo Palander a 39 centesimi.

Quanto agli italiani, uscito Blardone, buono il recupero di Manfred Moelgg che chiudeva al sesto posto. Nona piazza invece per Schieppati mentre Peter Fill e Davide Simoncelli dovevano accontentarsi rispettivamente del tredicesimo e quindicesimo posto.

Related links
Prima manche a Soelden: Ligety in testa, Blardone quarto

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close