Cronaca

Precipita ultraleggero: morto fratello Jovanotti

immagine

LATINA — C’è anche il fratello di Jovanotti, fra le due vittime dell’incidente aereo accaduto ieri nel tardo pomeriggio sulle montagne della provincia di Latina. Umberto Cherubini (fratello del più noto cantante) era a bordo del velivolo ultreleggero che si è schiantato dopo aver sorvolato l’Agropontino e i Monti Lepini. Con lui è morto anche il romano Bruno Bianchella.

Secondo le prime informazioni raccolte Cherubini, che aveva 45 anni, era l’istruttore e Bianchella, 37 anni, il pilota. Cherubini era un istruttore di volo nella scuola «Touchandgo» ad Anguillara, vicino a Roma. Bianchella, anche lui appassionato di volo, lavorava nel mondo del cinema come direttore della fotografia.
 
Stando alla ricostruzione degli inquirenti, potrebbe essere stato un forte vento di tramontana a provocare l’incidente. Certo è che i due erano decollati intorno alle 17 dalla scuola «Le Grugnole» di Nettuno.
 
Il volo è durato solo pochi minuti. Il velivolo – un Esqual monoelica – si è schiantato in località Colle Pero, a Borgo Montello, e ha preso fuoco. Il punto d’impatto è stato vicino alla discarica di Latina che dista poche centinaia di metri in linea d’aria dalla pista da cui era decollato.
 
Secondo quanto trapelato, Cherubini era salito a bordo dell’ultraleggero per effettuare una prova. Il velivolo, infatti, doveva essere venduto ad un suo conoscente, che gli aveva chiesto consulenza prima dell’acquisto.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close