Alpinismo

Makalu, troppa neve: la Meroi rinuncia

immagine

KATHMANDU, Nepal — Si chiude con un nulla di fatto la spedizione di Nives Meroi e Romano Benet sul Makalu (8.473 metri). I due alpinisti tarvisiani, partiti venerdì scorso per raggiungere la cima dalla cresta nord-ovest, hanno dovuto riunciare, sfiniti, a 7.400 metri per colpa della troppa neve caduta sulla montagna.

Partiti dal campo base avanzato (5.600 metri circa), la Meroi e il marito sono saliti in giornata fino a 6.600 metri di quota dove hanno passato la notte. Sabato hanno smontato la loro tenda, hanno imboccato il canale che avevano parzialmente attrezzato nei giorni precedenti, e hanno raggiunto il Makalu La.
 
La salita, però, è stata sfiancante, per la neve alta e il vento forte che si è alzato proprio sabato. Il giorno successivo i due alpinisti hanno dovuto, loro malgrado, interrompere il tentativo dopo aver fatto solo pochi metri dalla tenda. E rientrare al campo base.
 
"La neve era tantissima – ha raccontato Benet sul sito – e non trasformava minimamente: da quando siamo partiti, l’altro ieri, ho dovuto battere la traccia da principio e ad ogni passo non facevi che sfondare. Condizioni impossibili. Io ero troppo stanco per proseguire. Ce l’abbiamo messa tutta, ma niente da fare".
 
Ora, non resta che pensare al rientro: tra pochi giorni, il 21 ottobre precisamente, arriveranno i portatori a prenderli.
 
Sara Sottocornola
Foto courtesy Nives Meroi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close