Cronaca

Val Brembana, uccisa da misterioso insetto killer

immagine

AVERARA, Bergamo — Una puntura d’insetto, misterioso e fatale. Questa la causa della morte di una donna, deceduta ieri sopra Averara, nei boschi della Val Brembana. Non si hanno notizie riguardo la specie dell’insetto killer.

Una tranquilla passeggiata dalla casa di villeggiatura ad Averara fino a Taià, passando in mezzo ai boschi. Lucia Casera, residente a Milano ma da molti anni conosciuta nel paesino della Val Brembana, era in compagnia della figlia e dei nipotini. Niente poteva far presagire il tragico epilogo della giornata.
 
Verso le 4.30 del pomeriggio la donna si è lamentata di un improvviso dolore. Una puntura, non si sa di quale insetto, le dava fastidio, incominciava a farle male. Poi improvvisamente si è accasciata a terra ai margini del sentiero, e ha perso conoscenza.
 
Quando è arrivato l’elicottero del 118 per lei era già troppo tardi. I medici hanno solo potuto constatarne il decesso. Con l’aiuto del soccorso alpino la salma è stata sollevata con il verricello e trasportata poi giù in paese. Qui rimarrà fino a sabato, quando sarà spostata a Milano.
 
Secondo i medici la donna molto probabilmente è morta di arresto cardiaco, dovuto allo choc anafilattico provocato dalla puntura. Nel bosco prima d’ora sono stati avvistati dei calabroni, ma non è possibile sapere quale sia effettivamente l’insetto che ha punto la donna in modo letale.
 
 
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close