Alpinismo

La Meroi vuol fare “undici” sul Makalu

immagine

TARVISIO, Udine — Vuole fare "undici" sul Makalu, 8.483 metri, la quinta montagna più alta della terra. La stella italiana dell’alpinismo, Nives Meroi, sta finendo di preparare le valige per il Nepal, dove ha intenzione di scalare il suo undicesimo ottomila, come sempre insieme al marito Romano Benet, e come sempre in stile leggero.

"Partiremo domenica per il Nepal – ci ha raccontato Nives Meroi pochi minuti fa -, sono alle prese con gli ultimi preparativi. Saremo solo io e Romano, e tenteremo di salire il Makalu dalla via normale". 
 
Noto per i passaggi ripidi, le creste affilate esposte ai venti e la difficoltà tecnica dell’ascensione che passa attraverso alcuni passaggi obbligatori su roccia, il Makalu è sicuramente uno degli ottomila più duri da scalare. Tant’è che è l’unico ottomila himalayano a non essere stato salito d’inverno. La "via normale" resta sul versante nord della montagna e si svolge verso la cresta nord ovest per il passo del Makalu La.
 
"Avevamo pensato di salire il Kanchenjunga – spiega ancora la Meroi – ma alla fine eravamo rimasti solo io e Romano a volerlo fare quest’autunno, e a conti fatti sarebbe stata una spedizione troppo onerosa per due persone sole. Così abbiamo scelto il Makalu".
 
E’ qui che la Meroi proverà a fare un altro passo verso la corsa agli ottomila, dopo aver conquistato, sull’Everest la primavera scorsa, il suo decimo sigillo. Ci proverà a testa alta, dopo aver chiarito, una volta per tutte e in modo ufficiale, di aver salito senza ombra di dubbio anche la cima principale dello Shisha Pangma, messa in discussione da qualcuno durante i mesi scorsi.
 
"Hanno fatto tutti i debiti controlli – spiega la Meroi – e alla fine sia Adventurestats che l’esperto tedesco Yurgalski, lo statista dello Shisha Pangma, hanno confermato la nostra versione dei fatti. Io e Romano, nel 1999, siamo saliti sulla cima principale dello Shisha, e non sulla middle come qualcuno aveva insinuato".
 
Nives Meroi e l’austriaca Gerlinde Kaltenbrunner sono quindi le donne che al mondo hanno scalato il maggior numero di montagne oltre gli ottomila metri: dieci. Entrambe hanno sempre scalato senza l’utilizzo di ossigeno supplementare.
 
Per completare la lista dei quattordici ottomila, alla Meroi mancano le scalate di Makalu, Manaslu, Kangchenjunga e Annapurna.
 
Sara Sottocornola
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close