Cronaca

Trentino, fototrappola riprende il branco di lupi della Lessinia

Uno dei lupi immortalati dalla fototrappola (Photo T. Borghetti - Stazione Forestale di Ala - Archivio Servizio Foreste e fauna PAT)
Uno dei lupi immortalati dalla fototrappola (Photo T. Borghetti – Stazione Forestale di Ala – Archivio Servizio Foreste e fauna PAT)

ALA, Trento — Una fototrappola del Corpo Forestale ha immortalato per la prima volta in Trentino il branco di lupi che abitano i Monti Lessini. I segni del passaggio di Slavc, Giulietta e dei loro due cuccioli sono stati visti inoltre tra le neve in altri punti del Parco durante il mese di gennaio.

Tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012 nel Parco Naturale Regionale della Lessinia fu accertata la presenza di due lupi, un maschio del ceppo dinarico-balcanico e una femmina della popolazione italica. La coppia divenne ben presto di grande interesse sia per la riuscita della reintroduzione del lupo in Italia, sia per il ricongiungimento di due specie diverse di questo animale.

I due esemplari furono ribattezzati Slavc, in onore delle sue origini balcaniche, e Giulietta, in onore della famosa protagonista dell’opera di Shakespeare ambientata a Verona. Nell’agosto 2013 fu accertata la presenza dei cuccioli della coppia, due lupacchiotti che rappresentano il primo caso accertato di riproduzione nelle Alpi Orientali da 150 anni.

Il branco si muove principalmente sui Monti Lessini, tra Veneto e Trentino, ma non è avvistato di frequente. Tuttavia tra la fine di dicembre 2013 e gennaio 2014, i tecnici del Corpo Forestale dello Stato hanno trovato alcune piste sulla neve riconducibili ai lupi e, per la prima volta nel territorio trentino, sono stati ripresi tutti e quattro dalle fototrappole.

Il piccolo branco è stato ripreso nella notte tra il 30 e il 31 dicembre 2013, in un punto di passaggio tra i boschi innevati di Ala

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close