Cronaca

Muzzerone, salvati due climber sorpresi dal buio

Moschettone (Photo Marcin Jahr courtesy of Wikimedia Commons)
Moschettone (Photo Marcin Jahr courtesy of Wikimedia Commons)

PORTO VENERE, La Spezia — Due climber toscani sono stati tratti in salvo nella serata di ieri sul Muzzerone. I rocciatori avevano calcolato male le tempistiche e sono stati sorpresi dal buio. I due sono stati individuati da un proiettore di una motovedetta della Guardia Costiera e recuperati dal Soccorso Alpino.

Secondo quanto riportano i giornali locali, i due rocciatori toscani hanno intrapreso ieri l’arrampicata sul Monte Muzzerone, la nota falesia a picco sul mare di Porto Venere, in provincia di La Spezia. I due avrebbero calcolato male i tempi dell’arrampicata e siano stati sorpresi dal buio quando erano ancora sulla via che intendevano scalare.

L’allarme è però scattato poco prima delle 19 quando una guida alpina ha visto l’automobile dei due ancora ferma al parcheggio, nonostante fosse ormai buio. Il Soccorso Alpino di La Spezia ha chiesto assistenza alla Capitaneria di Porto, la quale ha inviato sul posto una motovedetta della Guardia Costiera che ha illuminato la parete utilizzando un proiettore.

I due rocciatori sono stati individuati a circa 250 metri a picco sul mare, bloccati a metà di un costone roccioso. Con l’ausilio delle cellule foto elettriche, i soccorritori si sono quindi calati con le corde e hanno recuperato i due climber.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close