Cronaca

Recuperato 53enne bloccato dalla neve al rifugio Auronzo

Rifugio Auronzo (Photo Antonio De Lorenzo courtesy of Wikimedia Commons)
Rifugio Auronzo (Photo Antonio De Lorenzo courtesy of Wikimedia Commons)

AURONZO DI CADORE, Belluno — É stato recuperato nella mattinata di ieri l’escursionista rimasto bloccato al rifugio Auronzo, ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo. Il 53enne aveva dato l’allarme domenica, ma valanghe appena cadute e il pericolo di nuovi distacchi avevano impedito l’intervento via terra da parte dei soccorritori.

Secondo i comunicati stampa emessi Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas) del Veneto, durante il weekend il 53enne proveniente da Milano stava compiendo un’escursione con le ciaspole sulle Tre Cime di Lavaredo. Nella giornata di domenica, a causa delle condizioni del manto nevoso, si è fermato al Rifugio Auronzo e ha chiesto aiuto alla moglie tramite un sms.

A causa delle valanghe cadute e del pericolo di nuovi distacchi, il servizio di motoslitte che fa spola tra il Lago d’Antorno e il rifugio era stato sospeso e i soccorritori non sono riusciti a raggiungere la struttura e l’uomo. Ieri mattina, poco dopo le 8, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha recuperato l’uomo con il verricello e lo ha trasportato a Misurina.

Sono invece state sospese ieri sera le ricerche dell’insegnante 43enne di Aosta, di cui non si hanno più notizie dal 30 dicembre. La decisione è stata presa dal comitato che coordina le operazioni, ma “le ricerche -si legge nell’Ansa regionale -potranno riprendere in caso di sviluppi dell’attività di polizia giudiziaria.” Gli agenti proseguiranno infatti le indagini sulla scomparsa della donna.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close