• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Torri del Sella, arrampicatore cade per 30 metri sulla via Messner

Le Torri del Sella (Photo Markus Bernet courtesy of commons.wikimedia.org)
Le Torri del Sella (Photo Markus Bernet courtesy of commons.wikimedia.org)

SELVA DI VAL GARDENA, Bolzano — É tuttora ricoverato in gravi condizioni il rocciatore che ieri è caduto lungo la via Messner, che sale sulla Seconda Torre del Sella, in Dolomiti. L’uomo, un 40enne della provincia di Brescia, saliva da primo di cordata e si trovava circa a metà via quando è precipitato per 30 metri.

Secondo quanto riportano i giornali locali, due rocciatori bresciani si trovavano ieri nella zona altoatesina delle Torri del Sella. I due stavano salendo in cordata la via Messner (difficoltà V+, VI-), itinerario aperto dai fratelli Reinhold e Günther che si sviluppa sulla parete nord della Seconda Torre.

L’incidente è avvenuto poco dopo le 13, mentre i due erano impegnati nella seconda metà della via. Il capocordata avrebbe perso l’appiglio, precipitando per una trentina di metri e finendo contro la roccia dove l’impatto gli avrebbe fatto perdere i sensi i sensi. Il compagno di cordata avrebbe immediatamente iniziato le operazioni di assicurazione dell’amico mentre un terzo arrampicatore, testimone dell’accaduto, avrebbe dato l’allarme.

Secondo quanto riporta il quotidiano Alto Adige-gelocal, sul posto sono giunti l’elicottero di Aiut Alpin Dolomites e i Catores della Val Gardena. Questi ultimi, con il sistema della corda fissa, sono riusciti a raggiungere il 40enne recuperarlo e trasportarlo al passo Sella dove lo attendeva il medico d’emergenza. Dopo le prime cure, il ferito è stato trasportato all’ospedale di Bolzano, dove gli sarebbero state diagnosticate gravi lesioni alla zona cervicale della colonna vertebrale.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.