• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Malore al bivacco, escursionista recuperato in Valsugana

1694191-italy-ac-300x167.jpg

BORGO VALSUGANA, Trento — Grande spavento nella notte tra lunedì e martedì sulle montagne del Trentino: tre giovani escursionisti hanno chiamato il Soccorso alpino da un bivacco della zona, a causa del malore di uno dei tre.

Secondo i giornali locali, tre ventenni provenienti da Carpi, in provincia di Modena, si trovavano nella giornata di Pasquetta in val di Sella, nel Trentino sudorientale. Nel pomeriggio sono partiti per un’escursione con l’intenzione di bivaccare per la notte presso Baita Lanzola, a 1315 metri di quota.

Al bivacco, quando ormai era già buio, uno dei giovani ha accusato dei malori, un forte mal di testa. Gli amici hanno immediatamente contattato il 118 il quale ha allertato il Soccorso Alpino di Borgo Valsugana. Sei volontari sono partiti con il quad per salire in quota e hanno poi proseguito con gli sci d’alpinismo.

Una volta raggiunti i tre giovani, i soccorritori hanno prestato le prime cure all’escursionista in difficoltà e hanno accompagnato il gruppo a valle. Giunti all’imbocco della val di Sella, il gruppo ha trovato ad attenderli l’ambulanza che ha accompagnato il ragazzo all’ospedale di Borgo Valsugana per accertamenti.

A seguito di notizie poco precise circolate sulla stampa locale, uno dei tre escursionisti ha inviato alle redazioni la seguente dichiarazione.  “Siamo giunti al bivacco alle 16 di lunedì e non alla sera – racconta Alex Bernardi -. I soccorritori sono arrivati verso le 5.30/6 del mattino. Nessuno è stato colpito da febbre alta, si pensava ci potesse essere febbre ma uno dei ragazzi aveva solo mal di testa. La presenza di febbre è stata poi smentita dal referto dell’ospedale. La chiamata dei soccorsi è stata una misura preventiva, per evitare la discesa con il gran mal di testa e per evitare un possibile aggravamento dei sintomi. Siamo comunque scesi con le nostre gambe. Nessuno è ricoverato all’ospedale di Borgo Valsugana, anzi, il tutto è finito dopo un semplice controllo”.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Ma se uno ha mal di testa deve proprio chiamare il Soccorso?
    Allora anche se ha mal di denti, dolori mestruali, se si taglia un dito!
    E poi si sono anche offesi per quello che hanno scritto i giornali, evidentemente malinformati (ma da chi?).
    Io li avrei almeno presi a sberle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.