Località di montagna

Costumi, gastronomia ed arte: in scena le tradizioni della Val Gardena

Val Gardena in costume (Photo courtesy pressway.it)
Val Gardena in costume (Photo courtesy pressway.it)

SELVA DI VAL GARDENA, Bolzano — Le tradizioni ladine della Val Gardena, dai costumi tipici alla deliziosa gastronomia fino all’arte della scultura in legno, andranno in scena durante l’estate con una serie di eventi davvero imperdibili. Segnaliamo, in particolare, la cena tradizionale Ladina dell’11 luglio, Val Gardena in costume il 5 agosto e le sculture di Unika in mostra dal 23 al 26 agosto.

La cena tradizionale Ladina, “L cëif da zacan”, si svolgerà l’11 luglio 2012 a Ortisei, quando i ristoratori organizzeranno, presso la Piccola Piazza S. Antonio, un banchetto storico gardenese. I diversi chef dei ristoranti “Fine Dine” prepareranno gustose specialità gardenesi di un tempo, deliziando i palati degli avventori. La cena sarà preceduta alle ore 18 da un corteo folcloristico con i costumi tipici gardenesi.

Il momento più importante in cui ammirare i costumi tipici dei gardenesi sarà, però, il 5 agosto con la tradizionale sfilata Val Gardena in costume, a S. Cristina. Tema di questa edizione “la vita da zacan“ (la vita di una volta), che sarà riportata nel presente attraverso il corteo nuziale, le bande musicali, i gruppi da ballo folcloristici e il corteo dei carri trainati da cavalli, sui quali saranno rappresentati i mestieri di una volta.

La ricchezza e l’originalità dei costumi deriva dal fatto che nell’antichità i gardenesi, girando il mondo, conobbero e acquistarono sete, nastri, stoffe, pizzi e gioielli, adornando poi i loro vestiti una volta tornati a casa. Per questa ragione i costumi gardenesi sono ancora oggi tra i più ricchi di tutto l’arco alpino e sono spesso indossati in occasione di processioni, grandi feste religiose e cortei folcloristici.

La tradizione ladina si esprime anche attraverso la scultura del legno, che ha origini molto antiche ed è conosciuta da sempre in tutto il mondo. Dal 23 al 26 agosto ci sarà la possibilità di ammirare tanti lavori dei maestri gardenesi e di vederli all’opera, in occasione di Unika.

Diversi scultori e pittori della valle, che aderiscono al gruppo Unika, esporranno oltre 130 lavori alla diciassettesima edizione della Fiera. Il momento più significativo della manifestazione sarà la presentazione di una scultura gigantesca, una testa lignea di 6 metri, composta da 50 elementi scolpiti da tutti i membri dell’Unika.

L’arte della scultura nel legno nasce in Val Gardena nel XVII secolo come passatempo per superare il periodo invernale. Di lì a poco quello che si scolpiva durante l’inverno era esportato e venduto in tutto il mondo d’estate e gli oggetti passarono da semplici giochi per bambini a lavori sempre più impegnativi, come quelli che oggi possiamo conoscere e ammirare.

 

 

Info: www.valgardena.it

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close