Pareti

Jasper e Schaeli liberano la Sébastien Gay sulla nord del Cervino. Conclusa la trilogia delle pareti nord

Robert Jasper Roger Schaeli davanti al Cervino (Photo Robert Jasper)
Robert Jasper Roger Schaeli davanti al Cervino (Photo Robert Jasper)

ZERMATT, Svizzera — Robert Jasper e Roger Schaeli hanno compiuto la seconda salita assoluta e la prima in libera della via Sébastien Gay sulla parete Nord del Cervino. Con questa impresa Jasper conclude la trilogia di prime salite in libera sulle tre grandi pareti nord delle Alpi: Eiger, Cervino e Grandes Jorasses.

La salita è stata realizzata alcuni giorni fa dalla collaudata cordata composta dal tedesco Robert Jasper e dallo svizzero Roger Schaeli. I due hanno scelto di salire il versante svizzero del Cervino lungo la via Sébastien Gay, aperta dalla guida svizzera Jean Troillet nel 2009 e da lui dedicata all’amico con cui l’aveva tentata nel 2006, Sébastien Gay, morto poche settimane dopo per un incidente in speedflying. L’itinerario sale per 600 metri proprio nel centro della parete, sulla sinistra della via Bonatti e sulla destra della via Schmidt: dopo i primi 400 metri di verticale, si riaggancia alla Schmidt e infine ripiegare verso la cresta.

Jasper e Schaeli hanno seguito quindi la Sébastien Gay sul primo tratto verticale, poi hanno continuato sulla via Schmidt e infine sono usciti sulla Via cecoslovacca di Michal Pitelka a sinistra. I due avrebbero trovato, appesa a un chiodo, una scatolina di legno contenente le ceneri di  Gay, affidata a Trollet dalla moglie affinché venissero lasciate da qualche parte durante la salita.

Con questa salita Jasper ha completato la sfida che lo vedeva impegnato a realizzare tre prime salite in libera sulle tre grandi pareti nord delle Alpi, quelle dell’Eiger, del Cervino e della Grandes Jorasses. Proprio su quest’ultima ha centrato il primo obiettivo: nel 2003 insieme a Markus Stofer, ha liberato la via “No Siesta”. L’anno scorso invece, ancora una volta insieme a Schaeli, ha liberato la Direttissima John Harlin sull’Eiger nordwand. Infine, a distanza di un anno, ha concluso la trilogia sul Cervino.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close