Cronaca

Elicottero precipita nel Torinese: 2 morti

immagine

TORINO — Per loro non c’è stato nulla da fare. Due persone sono morte precipitando con un elicottero sulle alture di Monasterolo di Cafasse, in Val di Lanzo, nel Torinese. Le vittime sono il pilota del velivolo e un tecnico di bordo. Probabilmente erano diretti a un’esercitazione del soccorso alpino.

I resti del velivolo e i corspi senza vita sono stati ritrovati in un campo. Dopo che questa mattina il mezzo era stato dato per disperso nella valle.
 
L’elicottero era un AB412 della società Air Green ed era decollato dalla base di Cafasse (Torino). Le vittime sono Giuseppe Airaudi, 54 anni, titolare dell’Airgreen con il fratello Mauro, e il tecnico Alessandro Cresto, 26 anni.
 
L’elicottero si è schiantato al suolo a due chilometri di distanza dalla base di decollo, forse a causa della nebbia. Il pilota e il tecnico sono morti sul colpo.
 
Il velivolo, un Augusta Bell 412 (nella foto) era probabilmente diretto ad Ala di Stura per un’esercitazione di soccorso alpino ad Ala di Stura. Si tratta infatti di un elicottero bimotore, in grado di traposrtare fino a 12 passeggeri a seconda della configurazione e dotato di un gancio che solleva fino a 1400 chili e che lo rende adatto anche per l’elisoccorso.
 
 
L’Air Green, fondata nel 1986, dispone di una flotta di 18 elicotteri e di quattro basi operative, tre in Piemonte, a Robassomero, Cafasse e Salbertand, e una in Valle d’Aosta, a Saint Denis.
 
La compagnia è attrezzata per servizi di eliambulanza, oltre che per il trasporto e per la manutenzione di linee elettriche.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close