Alpinismo

Mario Panzeri lascia i Ragni di Lecco

immagine

LECCO — "Le mie dimissioni dai Ragni di Lecco sono state accettate nei giorni scorsi. Ne prendo atto. La mia attività alpinistica continuerà come prima". Così Mario Panzeri, uno dei migliori himalaysti italiani in attività, mette fine al suo rapporto con lo storico gruppo alpinistico lecchese.

La notizia è divenuta di dominio pubblico questa mattina, grazie ad un’intervista di Giorgio Spreafico a Panzeri, pubblicata su "La Provincia" di Lecco, Como e Sondrio.
 
Panzeri ha rassegnato le dimissioni dai Ragni al rientro dall’appena trascorsa stagione alpinistica, durante la quale ha inanellato due splendidi successi sul Makalu (8.473 metri) e sul Gasherbrum II (8.035 metri).
 
Dietro questa scelta, l’insoddisfazione dell’alpinista rispetto al supporto del gruppo alle attività alpinistiche.
 
Quarantuno anni, di Mandello del Lario (Lecco), Panzeri era la punta di diamante dei Ragni di Lecco per l’attività himalayana. Nella sua carriera ha scalato 7 ottomila, tutti senza ossigeno: Everest, K2 e Lhotse con delle spedizioni alpinistico scientifiche. E poi Cho Oyu, Annapurna, Makalu e Gasherbrum II.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close