Località di montagna

Trentino: la bici è sempre più amata dai turisti

cicloturismoTRENTO — La vacanza in bicicletta piace. Piace soprattutto agli stranieri, ma la crescita è forte anche a livello nazionale. Dovrebbe però essere migliorata la segnaletica e la disposizione di ristori e luoghi riparo lungo le piste ciclabili. Questo il risultato della la prima ricerca sul cicloturismo in Trentino, che ha messo in luce come questo sport sia una delle chiavi di volta dell’economia locale.

Il Trentino è la regione italiana più dotata in fatto di piste ciclabili. Le più celebri e frequentate sono quelle in Valle dell’Adige, Valsugana, Val di Sole e Lago di Garda, che insieme generano un giro d’affari complessivo intorno agli 85 milioni di euro.

L’indagine sul cicloturismo, condotta dall’Osservatorio Provinciale per il Turismo della provincia autonoma di Trento, è stata presentata alla Fiera delle Vacanze in bici tenuta a Levico Terme ed ha sottolineato come il turismo in bici stia crescendo nonostante un generico calo nazionale della pratica sportiva. Ecco qualche dato.

L’indagine ha preso in esame un campione di 1400 turisti, intercettati lungo le ciclabili del Trentino e intervistati sulla loro vacanza. Il 65 per cento è risultato essere straniero (olandese e tedesco principalmente), ma tra i ciclisti si è contato un forte numero di residenti. Si trattava perlopiù di gruppi di amici o coppie, che si dedicavano alla bici per stare all’aria aperta.

La manutenzione dei tracciati è stata riconosciuta da tutti come una delle aree di eccellenza del Trentino, mentre la critica maggiore è stata sulla segnaletica: da un lato, quella che riguarda i luoghi d’attrattiva raggiungibili con la pista, dall’altro quella che riguarda i collegamenti tra i tracciati ciclabili.

Due le figure individuate: il “cicloturista” che spende tutta la sua vacanza sulle due ruote spostandosi anche su lunghe distanze, e il “turista ciclista”, a cui piace dedicarsi alla bici durante la sua vacanza. I cicloturisti sono il 26 per cento del totale e si concentrano nella Valle dell’Adige.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close