Medicina e benessere

Come riconoscere la melissa

immagine generica

Piantina profumata di limone e dotata di proprietà quasi "magiche", la melissa è adatta a preparare diversi infusi, tisane e impasti che abbiamo visto in dettaglio la scorsa settimana. Quest’oggi vi spieghiamo come riconoscere la piantina di melissa, che cresce spontaneamente e in grandi quantità nelle zone di media montagna.

La melissa è una pianta erbacea perenne dal fusto allungato (rizomatosa). Forma dei densi cespi di fusti ascendenti, quadrangolari e semilegnosi che, ricadendo in un secondo momento sul terreno, radicano abbondantemente propagando la pianta.

Le foglie sono opposte, picciolate, cuoriformi, con margine a denti ottusi. Sono lunghe circa 8 centimetri e larghe sino a 3 centimetri. La lamina è sottile, leggermente rugosa, di colore verde scuro sulla pagina superiore, verde più chiaro sulla pagina inferiore. La sottile nervatura sporge nettamente sulla pagina inferiore.

Il margine è irregolarmente crenato o seghettato. La pagina superiore è debolmente pelosa; quella
inferiore è quasi glabra o con pochi peli, disposti soltanto lungo le nervature e presenta una fine punteggiatura di tipo ghiandolare.

A volte viene confusa con la Nepeta cataria L. var. citriodora (più comunemente nota come erba dei gatti). Le foglie di quest’ultima si distinguono dalla melissa per la lanugine della pagina superiore ed il tomento verdegrigio di quella inferiore. Inoltre, l’odore di limone è più intenso rispetto a quello della melissa.

Visti al microscopio, i peli composti sono simili a quelli della melissa, quelli capitati tuttavia hanno solitamente capocchia bicellulare; inoltre compaiono peli ghiandolari con peduncolo unicellulare e capocchia tetracellulare. Non sono presenti i peli a forma di dente canino tipici della melissa.

Anna Giorgi

Anna Giorgi è docente del Corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio montano Facoltà di Agraria, Università degli Studi di Milano, sede di Edolo.
Sito internet:
www.valmont.unimi.it

documentprint mail-to

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close