Cronaca

E’ salvo lo speleologo rimasto bloccato in una grotta

immagine

UDINE — Ha riportato due fratture, alla tibia e al perone, lo speleologo ungherese di 47 anni, rimasto vittima ieri di un brutto incidente. Era rimasto bloccato in una grotta sul Monte Canin, nella zona di Sella Nevea (Udine) e le squadre del soccorso alpino del Veneto sono riuscite a trarlo in salvo dopo alcune manovre complicate.

Ci sono volute dieci ore di lavoro dei soccorritori per salvare e riportare in superficie l’uomo bloccato a circa 80 metri di profondità. Le squadre di soccorso hanno fatto esplodere oltre cento microcariche per allargare un cunicolo, lungo circa 30 metri. E riuscire così a far passare la barella di salvataggio.
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close