News

In Valle d’Aosta nascono i tour “Le otto montagne”, alla scoperta dei luoghi raccontati da Paolo Cognetti

Quante volte, al termine di un film ambientato tra le vette, abbiamo sognato ad occhi aperti di prendere e partire, raggiungere quegli ambienti ameni, rivivere in prima persona le sensazioni raccontate dai protagonisti sulla scena. In alcuni casi si tratta di mete lontane, che per tanti resteranno solo sogno. Talvolta si è più fortunati, e la meta è davvero a due passi da casa o poco più. É il caso de “Le otto montagne”, pellicola di recente premiata al Festival di Cannes, ispirata al romanzo omonimo di Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017, ambientata nel cuore della Valle d’Aosta. Un film in grado di conquistare il pubblico già solo con poco più di un minuto di trailer. In attesa del suo approdo in versione integrale al cinema, l’associazione Urogalli, fondata da Paolo Cognetti e alcuni amici valdostani, ha ben pensato di soddisfare la curiosità del pubblico, promuovendo dei tour nei luoghi raccontati prima a parole dallo scrittore, poi a suon di ciak dai registi Charlotte Vandermeersch e Felix Van Groeningen.

Escursioni a piedi con i muli

Una proposta che conferma l’impegno dell’autore per la promozione di un turismo sostenibile nella valle. Si tratta infatti di escursioni giornaliere in Val d’Ayas, adatte anche a gambe poco allenate (partecipanti dai 12 anni in su), svolte in compagnia di muli impiegati per trasportare cibo e bagagli.

“Un libro lo si può scorrere anche lungo i suoi sentieri, ammirando lo stesso cielo dei suoi protagonisti con il loro stupore che diventa nostro. Il tour Le otto montagne vi porterà nei luoghi che abbiamo imparato ad amare attraverso le pagine del romanzo di Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017 e tradotto in quaranta paesi – le anticipazioni dell’associazione Urogalli riportate sul sito della Regione VDA (www.lovevda.it) ove è possibile reperire informazioni dettagliate sulle singole escursioni –Scopriremo insieme le creste e i laghi dove è stato girato l’omonimo film di Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch, vincitore del Premio della Giuria del festival di Cannes 2022. Accompagnati da una Guida escursionistica e dai muli, attori provetti del film, faremo gite medio impegnative, dai 700 ai 1300 metri di dislivello, pic nic o pranzo in rifugio incluso.”

Le prime uscite sono in programma nel prossimo weekend: sabato 9 luglio una prima escursione con destinazione i laghi di Frudière (2035 m), una seconda domenica 10 luglio con arrivo al Rifugio Mezzalama (3036 m). Sono previste a seguire diverse uscite fino a settembre.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close