AlpinismoAlta quota

Team giapponese verso l’inviolata Nord del Kangchung Nup

Dopo aver ricapitolato la situazione delle spedizioni a 8000 metri, oggi scendiamo di quota per parlare di un team che questa primavera tenterà un 6000 in stile alpino su una parete inviolata.

Si tratta dei due giapponesi, che vivono e lavorano come guide alpine in Canada, Takeshi Tani e Toshiyuki Yamada, che proveranno a salire la Nord del Kangchung Nup (chiamato anche West), una montagna con un’altezza poco sopra i 6000 metri (6043m secondo l’Alpine American Journal e 6.089m secondo altre fonti) situata nella regione del Khumbu, a est del Gokyo Glacier. Accanto si trova il Kangchung Shar (o Central di 6.103 m).

Tani e Yamada sono appena arrivati a Kathmandu, dove trascorreranno i prossimi giorni a svolgere le pratiche burocratiche per i permessi di scalata.

Il Kangchung Nup

Il Kangchung Nup è già stato scalato dalla parete sud-est da Edmund Hillary con altri alpinisti durante la fase di acclimatamento precedente la prima salita dell’Everest del 1953.

La parete Nord non è mai stata salita, un tentativo fu fatto nel 2014 da una spedizione ceca (David Kovarik, Tomas Svoboda e Martin Klestinec) che si fermò a 5900 metri a causa delle condizioni pericolose. Nel 2019 ci fu un ulteriore tentativo da parte dei britannici Paul Ramsden e Jim Hall, che rinunciarono dopo aver scalato 300 metri della linea di ghiaccio che avevano in mente.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close