Alpinismo

Intervista con la storia: Peter Habeler

immagine

BRESSANONE, Bolzano — "La difficoltà più grande di salire in cima all’Everest senza ossigeno era quella psicologica, perchè non sapevamo cosa volesse dire, nessuno l’aveva mai fatto. Non sapevamo se saremmo sopravvissuti e ammesso che ce l’avessimo fatta, se saremmo riusciti a tornare giù. L’unica possibilità era andare e provare". E’ Peter Habeler che parla, l’uomo che per primo nella storia, insieme a Reinhold Messner, ha scalato la montagna più alta del mondo senza ossigeno. Montagna.tv l’ha incontrato a Bressanone, e questa è la videointervista esclusiva che ci ha rilasciato

Il fascino di un attore di Hollywood, un sorriso che mette subito a tuo agio e uno sguardo profondo e fermo. Peter Habeler è uno degli alpinisti più famosi al mondo, passato agli onori della storia per aver scalato per la prima volta l’Everest senza ossigeno. Era il 1978 e con lui c’era un giovane Reinhold Messner. Gli alpinisti l’8 maggio raggiunsero la cima della montagna più alta della terra, un’impresa fino ad allora ritenuta impossibile  che i due giovani tentarono senza sapere se sarebbero mai tornati vivi.
 
"Era tutto un grande interrogativo – racconta Habeler -, l’unica possibilità era andare e provare. Messner era un compagno molto forte, ci conoscevamo da tempo e questo era molto importante: lui conosceva me, io conoscevo lui e alla fine la fortuna è stata dalla nostra. Scalare con lui era assolutamente divertente".
 
Ma se quella scalata ha significato, in qualche modo, un punto di svolta nella storia dell’alpinismo himalayano, secondo Habeler non è comunque da considerarsi una "conquista" personale. "Non si conquista mai una vetta – dice infatti l’alpinista austriaco -, mai. E questo non vale solo per l’Everest ma anche per tutte le montagne. Perchè la montagna è troppo forte in confronto a te, tu puoi provare a tentare la cima ma con rispetto. Molte delle persone che muoiono in montagna, muoiono perchè non le rispettano".
 
Ecco tutta la videointervista a Peter Habeler, che Montagna.tv ha incontrato durante l’International Mountain Summit di Bressanone.
 
 
Valentina d’Angella
 
 

 
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close