AlpinismoAlta quota

Edu Marin non centra la libera di Eternal Flame alla Nameless Tower. “Tornerò”

Dopo circa 2 mesi, è terminata la spedizione di Edu Marin alle Torri Trango. L’alpinista è riuscito a salire Eternal Flame sulla Nameless Tower (6239 m), ma non a mettere a segno il suo obiettivo di liberare completamente la via.

Quelle trovate in parete, racconta lo stesso Marin, sono state condizioni rese complicate dal maltempo e dal freddo. Infine, l’imprevisto del cambio di cordata: i due compagni Miquel Mas Serrat e Marc Subirana sono rientrati in anticipo e Edu ha deciso di rimanere scalando con altri due alpinisti baschi, Julen e Amaia, conosciuti sul posto.

A Marin mancano ancora alcuni tiri da liberare, ma l’intenzione non è certo quella di archiviare il progetto: si riprova l’anno prossimo. “Adesso conosco bene la via, la logistica necessaria, la stagione giusta, ecc… Ho lasciato gran parte della mia attrezzatura in Pakistan e sono davvero motivato a provare a salire la via nello stile più puro: in libera, in un tentativo dal basso, senza scendere dalla parete. È stata un’esperienza incredibile, dove ho imparato qualcosa in più sull’alpinismo e le sue difficoltà. Mi si apre un nuovo mondo, con l’entusiasmo di poter risolvere tutte le sfide che potrebbero presentarsi nel prossimo futuro. L’anno prossimo tornerò a Eternal Flame con ‘mio team’, mio ​​padre e mio fratello. Non vedo l’ora di tornare”.

Eternal Flame

Eternal Flame è una via aperta da Kurt Albert, Wolfgang Güllich, Christof Stiegler e Milano Sykora nel 1989 sulla parete sud della Nameless Tower (6.286). 650 metri con difficoltà 7b+ a oltre 6000 metri di quota.

I fratelli Poi avevano tentato di liberare la via nel 2005, ma nel farlo avevano aperto una variante all’ottavo tiro per poi dover rinunciare per il maltempo. Nell’agosto del 2009 i fratelli Huber erano riusciti a raggiungere la vetta in libera, ma seguendo alcune varianti che avevano addirittura alzato la difficoltà fino al 7c+.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close