Alpinismo

Everest, la stagione dei record

immagine

KATHMANDU, Nepal — E’ stato un inverno record per le salite sul Monte Everest. Secondo i dati resi noti dal ministero del turismo nepalese, sarebbero stati quasi duecento gli scalatori che hanno raggiunto la vetta più alta della terra nei mesi scorsi.

La scorsa stagione ha fatto registrare record su record, in una competizione che talvolta è andata oltre il buon senso. Fra i primati da segnalare, quello del neozelandese Mark Inglis che, attraverso delle gambre artificiali e’ riuscito a raggiungere la vetta. Poi quello del 70enne giapponese Takao Araya, divenuto l’uomo più vecchio ad aver mai toccato il "tetto del mondo".
 
Oppure quello di Leo Oracion, Pastore Ematar e Romi Garduce, i primi filippini a scalare l’Everest. Per chiudere in "bellezza", con la modella polacca (ex coniglietta di Playboy) che è giunta in vetta. Oppure con Appa Sherpa che ha raggiunto il record mondiale di salite, in cima per la 16esima volta.
 
Insomma, una stagione da record, talvolta discutibili. Certo è che, secondo i dati, sono stati 194 le persone che nei mesi scorsi hanno messo piede sul punto più alto del pianeta, attraverso il colle sud. Fra di loro c’erano 104 sherpa nepalesi e 90 alpinisti stranieri. La giornata più affollata è stata quella del 18 maggio. Con ben 46 persone che hanno raggiunto la cima. 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close