Alta quota

Karl Egloff da record sul vulcano Cayambe, terza vetta dell’Ecuador

Nuovo record per Karl Egloff che firma in 2 ore e 9 minuti salita e discesa del vulcano Cayambe. Localizzato nella Cordillera Central, con i suoi 5790 metri rappresenta la terza elevazione dell’Ecuador. Si tratta della prima sfida del progetto “Cumbres Chevrolet Speed Climbing Challenge” che vede lo skyrunner impegnato nella salita e discesa delle sei principali vette dell’Ecuador a tempo di record.

Partito il 5 gennaio 2021, alle 07:16, dal rifugio Oleas Ruales Bergé ai piedi del vulcano Egloff ha coperto una distanza di 8 chilometri e un dislivello positivo di 1200 metri in due 2 ore e 9 minuti, battendo il suo precedente record. Nel 2017 Karl è infatti salito e sceso impiegando 2 ore 35 minuti e 50 secondi. “Ero molto preoccupato per le condizioni” racconta la guida alpina ecuadoriana. Siamo arrivati al rifugio alle 5.15, con nebbia e pioggia. Speravo che la montagna si aprisse permettendoci di salire”. Lui e il suo team hanno atteso con pazienza poi, verso le 7, il cielo si è calmato consentendo il tentativo. “I miei compagni Paúl Guerra, Darwin Rosas e Pedro Espinosa mi hanno offerto assistenza e sicurezza sul ghiacciaio, prevenendo eventuali rischi in caso di crepacci. Sono sempre grato alla squadra che si prende cura di me e mi sostiene durante i miei folli progetti” confessa Karl che conosce bene i rischi insiti nella montagna e di certo non li sottovaluta. Sono i mesi di preparazione, le ripetute salite in quota e la preparazione alpinistica a permettergli di poter affrontare in velocità salite di questo tipo. “Sono riuscito a raggiungere la vetta in un’ora e 41 minuti per poi iniziare subito la discesa”. Poco meno di 30 i minuti impiegati per fare ritorno a valle. Ora qualche giorno di riposo, “poi inizia la mia stagione da guida, ma non solo. Ho intenzione di continuare il progetto sulle altre cime, ma prima di annunciare quale sarà il nuovo obiettivo devo valutare attentamente le condizioni. Per ora sono felice del risultato ottenuto, magari in futuro riuscirò ad abbassare ulteriormente il tempo” sorride Egloff.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close