CronacaNews

Campo Staffi isolata dalla neve. Abitanti evacuati con mezzi spazzaneve e elicottero

La neve continua a cadere incessantemente su Alpi e Appennini. Gli accumuli al suolo hanno raggiunto anche nelle località montane delle regioni centrali accumuli superiori al metro. A Campo Imperatore ieri si sono registrati 3 metri. Una situazione che porta, al pari dell’arco alpino ove anche per oggi il rischio valanghe è considerato ovunque marcato (forte su rilievi di Piemonte e Liguria), ad un elevato pericolo di slavine (moderato sulla Majella, marcato su Gran Sasso, Mainarde, Matese e rilievi toscani e emiliani, fino a un grado forte su Velino-Sirente e Terminillo). Crescono da Nord a Sud i disagi nei centri abitati in quota, alle prese con blackout e isolamento. Situazione complicata anche nelle località sciistiche, che nel corso delle Festività hanno visto un sensibile aumento di presenze. Situazione estremamente difficile si è vissuta nei giorni scorsi a Campo Staffi, località turistica montana nel territorio di Filettino (FR), in Ciociaria. Qui l’accumulo nevoso ha raggiunto i 2 metri, bloccando nelle abitazioni 18 persone, tra cui bambini.

Due abitanti evacuati in elicottero

Due persone, madre e figlio, sono state evacuate con l’ausilio dell’elicottero dei Vigili del Fuoco di Ciampino. I mezzi spazzaneve hanno provveduto a liberare la strada di accesso alla località, così da consentire ai rimanenti cittadini di muoversi autonomamente dalle proprie abitazioni.

A coordinare i soccorsi il sindaco di Filettino, Gianni Taurisano. Per liberare i cittadini isolati erano operativi nella zona già dalla giornata di sabato personale dell’Anas, Protezione Civile e personale del comune di Filettino. L’intervento dei Vigili del Fuoco è stato risolutivo.

“La situazione è problematica – aveva dichiarato nei giorni scorsi al quotidiano Ciociaria Oggi il sindaco di Filettino – . La neve caduta è tanta e il forte vento soprattutto a qualche chilometro da Campo Staffi rende tutto molto più difficile. Oltre al problema della mancanza di energia elettrica (risolto in serata) e della viabilità che sicuramente avremmo risolto molto presto con prontezza se avessimo avuto a disposizione una turbina, che ho richiesto ripetutamente alla Provincia di Frosinone, parcheggiata e inutilizzata in un rimessa proprio a Filettino. Ci siamo adoperati, poi, grazie a volontari e polizia municipale per portare alimenti alle persone sole o momentaneamente isolate”.

Una odissea durata 48 ore

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close