Località di montagna

Su e giù per la Valsugana – Speciale Outdoor Estate

Trekking, rafting, mountain bike e molto altro. È questa l’estate che propone lo speciale Outdoor disponibile in allegato allo speciale di Meridiani Montagne dedicato all’Alpe Adria Trail. Sette località per sette avventure da vivere all’insegna della fresca aria di montagna. Oggi andiamo alla scoperta della Valsugana.

La mountain bike richiama di anno in anno sempre più appassionati. C’è chi vuole sperimentare l’adrenalina della discesa e chi invece vuole godersi dei bei momenti lungo i sentieri di montagna. Più raramente si trova anche qualche amante delle salite su sterrato. Le montagne italiane offrono molteplici opportunità a riguardo, ma la patria di questo nuovo modo di intendere e vivere le terre alte è certamente la Valsugana e il Lagorai. Questo territorio, che dai laghi di Caldonazzo e Levico sale a raggiungere le brulle alture del Lagorai e Cima XII, offre un ambiente che sembra nato per essere vissuto sulle due ruote. “Non solo dai più allenati e preparati” ci confida Stefano Paternolli, accompagnatore della Scuola italiana e-bike (Sieb), che da circa tre anni porta gli appassionati alla scoperta del suo territorio grazie alle bici a pedalata assistita. “Sulle e-bike incontro le persone più diverse. Dall’esperto in cerca di percorsi tecnici, a chi non è mai uscito sui sentieri e vuole fare una prima esperienza molto tranquilla senza faticare eccessivamente”.

Grazie alle bici a pedalata assistita tutti possono raggiungere i punti più belli e panoramici della valle. Qual è una delle salite più entusiasmanti?

“In Tesino abbiamo il percorso del Monte Lefre dov’è possibile vivere una delle più belle esperienze ciclo-turistiche di tutta la Valsugana. La zona offre dieci percorsi per un totale di 160 chilometri pedalabili che si dipanano tra una grande varietà di scenari. La prima parte della salita che vi voglio presentare è più culturale, accostandosi ai paesi e sfiorando nel suo andare alcuni musei. Poi si inizia a salire verso l’alto fino a raggiugere la cima del monte, una salita dura con tratti anche al 20 percento che grazie alle e-bike si superano senza problemi. Dalla vetta lo sguardo spazia su tutta la Valsugana fino a raggiungere i due laghi.”

Parli dei laghi di Caldonazzo e Levico, esistono percorsi ciclabili che li costeggiano?

“C’è la ciclabile della Valsugana che proprio quest’anno si è aggiudicata ‘l’oscar del cicloturismo’ come ciclabile più verde dell’anno ed è ritenuta la quarta per bellezza in Europa. Parte dal lago di Caldonazzo e arriva fino a Bassano del Grappa, un paradiso per gli amanti della bici. Circa ottanta chilometri di percorso attraverso vigneti, meleti e i paesi della Valsugana. A renderla ancora più unica nel suo genere i servizi che si possono incontrare lungo il percorso, come i punti noleggio e la possibilità di fare delle soste presso i bicigrill presenti. Molti la identificano come la ciclabile del Brenta.”

…Continua sullo Speciale Outdoor Estate

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close