GreenRicerca

Cina: nuova campagna di misurazione dell’altezza dell’Everest

Sul versante tibetano dell’Everest, già aperto agli alpinisti cinesi a seguito della cessazione del lockdown, saranno anche condotte nel mese di maggio delle ricerche scientifiche finalizzate ad appurare l’altezza del Tetto del Mondo. Un lavoro reso molto più semplice che in altri anni proprio dalla carenza di alpinisti sulla montagna.

Ricordiamo che al momento sia attiva sul versante cinese soltanto la spedizione commerciale intrapresa per il sessantesimo anniversario della prima salita da Nord. I 26 membri del team coordinato dall’Agenzia di trek Yarla Shampoo Expeditions, dovrebbero essere pronti a tentare la vetta nei prossimi giorni. In questa stagione povera se non priva di spedizioni commerciali, la Cina si impegnerà inoltre nella rimozione dei rifiuti dal versante tibetano.

Nuovi dati di altezza, copertura nevosa e meteo

La ri-misurazione dell’altezza dell’Everest, come chiarito dalle autorità, verrà effettuata servendosi della rete di satelliti BeiDou. Sono ben 53 gli scienziati inviati sul Tetto del Mondo dal Ministero delle Risorse Naturali a inizio marzo. Nei due mesi di permanenza al campo base hanno effettuato rilievi preliminari di livellamento. L’ascesa finale alla vetta è prevista entro il mese di maggio. Accanto alla misura dell’altezza, il team si occuperà della raccolta di dati relativi alla copertura nevosa e dunque alla profondità del cosiddetto snow cap, che si ritenga possa essere influenzata negativamente dai cambiamenti climatici. E ancora ad analisi del meteo e della velocità del vento. In accordo con le dichiarazioni dell’agenzia cinese di comunicazione Xinhua, i dati così raccolti aiuteranno nelle operazioni di monitoraggio dello scioglimento dei ghiacciai e nella protezione dell’ambiente d’alta quota.

8.848 metri o forse no

Con lo studio in corso, il numero di spedizioni cinesi finalizzate a valutare l’altezza dell’Everest raggiunge quota 7. Gli ultimi dati raccolti dalla Cina risalgono al 2005. L’altezza allora rilevata era risultata pari a 8.844,43 metri. Valore inferiore rispetto agli 8.848,13 metri rilevati nel 1975.

Si attende intanto anche il responso della spedizione di ri-misurazione del Tetto del Mondo realizzata nel maggio 2019 dal Governo nepalese. I dati forniti dai due Paesi consentiranno di verificare la validità del valore di 8.848 metri, con cui indichiamo ancora oggi l’altezza dell’Everest. Una misurazione realizzata nel 2004, ad opera di una spedizione organizzata dell’associazione italiana EvK2CNR.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close