News

All’asta per beneficienza il quadro della spedizione del 1958 sul Gasherbrum IV

La Fondazione Riccardo Cassin ha deciso di scendere in campo con un’asta di solidarietà a supporto dell’ospedale di Lecco, in difficoltà come ormai tutti gli ospedali italiani nel fronteggiare l’emergenza coronavirus. La Fondazione metterà all’asta nello specifico il quadro che celebra la spedizione guidata da Riccardo Cassin al Gasherbrum IV (7925 m). Opera commissionata dal figlio dell’alpinista friulano, Guido, ad Alesandro Giorgetta, direttore editoriale del Club Alpino Italiano.

Una salita, quella realizzata nel 1958 in Karakorum, riconosciuta come una delle più grandi imprese del CAI nel XX secolo. I nomi dei protagonisti di quella epica avventura sono ormai scritti nella storia: Walter Bonatti, Carlo Mauri, Giuseppe de Francesch, Toni Gobbi, Giuseppe Oberto, Donato Zeni e Fosco Maraini. Loro il merito di aver conquistato la montagna lucente.

La Fondazione ha informato dell’iniziativa il Cai Lecco e il suo presidente Alberto Pirovano. Sezione già di suo impegnata in questi giorni in azioni solidali a sostegno dell’Ospedale Manzoni.

“Sono molto contento e onorato che il quadro venga utilizzato per la donazione – ha commentato Giorgetta -. Regalerò, appena mi sarà possibile, alla Fondazione una nuova opera commemorativa della stessa spedizione”.

La base d’asta è di 2.500 euro e le offerte possono essere inviate fino a venerdì 27 marzo all’indirizzo email segreteria@cai.lecco.it

Un secondo esempio di solidarietà che segue a breve giro l’iniziativa promossa negli scorsi giorni da Matteo Della Bordella, che ha deciso di donare parte della sua attrezzatura utilizzata nel corso delle sue maggiori spedizioni a chi vorrà effettuare donazioni alla Protezione civile.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close