Outdoor

Sci di fondo: tecniche e consigli per chi vuole iniziare

Lo sci di fondo è uno sport completo che unisce i benefici dell’attività fisica al piacere di un rilassante contatto con la natura. Lontano dall’affollamento della discesa libera lo sci di fondo permette di evadere totalmente divertendosi su piste che si insinuano silenziose tra boschi e radure di montagna dove, grazie al passo delicato di questa disciplina, si possono incontrare gli animali che popolano le terre alte.

A primo impatto lo sci di fondo sembra una pratica intuitiva che non necessita di molta preparazione o consigli. Spingere, frenare, scivolare ma soprattutto imparare a stare in equilibrio sugli sci, stretti e lunghi, sono le basi di questa pratica. Vediamo alcuni consigli per poter iniziare a praticare lo sci di fondo in tutta sicurezza godendo appieno dei benefici di questa disciplina.

Tecnica classica o skating?

La prima cosa da inquadrare quando ci si avvicina allo sci di fondo è la distinzione tra tecnica classica e skating. La tecnica classica è quella più intuitiva e adatta per chi inizia. Si basa su un movimento simile a quello della corsa: durante l’avanzata gambe e braccia si alternano in modo fluido permettendo di avanzare elegantemente con gli sci muovendosi all’interno di binari incisi nella neve. Lo skating richiede invece una maggiore dimestichezza con gli attrezzi ed è simile al pattinaggio su ghiaccio: gli sci non sono paralleli tra loro e spingono all’infuori e in avanti, il tutto mentre le braccia aiutano tramite i bastoncini questa spinta in avanti.

Gli sci

Le due tecniche possibili nello sci di fondo prevedono materiali diversi. Nel caso della tecnica classica gli sci sono più lunghi e i bastoncini più corti rispetto a quelli utilizzati nel caso dello skating. Anche le scarpe sono diverse: più morbide quelle impiegate da chi pratica la prima, più alte e rigide quelle dello skating.

Comportamento in pista

Nel caso della tecnica classica si procede all’interno di binari precedentemente incisi nelle neve ed è sufficiente seguirli. La precedenza è sempre di chi sta davanti, sta quindi a chi sopraggiunge a velocità maggiore uscire dai binari, sorpassare e quindi rientrare nel tracciato.

Con lo skating si scia invece senza seguire alcun percorso deciso in precedenza. Spesso le piste da fondo presentano binari e pista libera affiancate. È importante, per chi pratica skating, fare attenzione a non invadere i binari.

Abbigliamento

Dal punto di vista dell’abbigliamento lo sci di fondo non ha nulla a che vedere con quello di discesa, anzi. Il fondo è un’attività aerobica, intensa, di durata media/lunga. Ha più similitudini con la corsa che con le altre tipologie di sci. Per questo si consigliano abiti elastici, che permettano una certa libertà di movimento, e non troppo pesanti. Importante è avere sempre con se guanti e cappello oltre a un intimo tecnico adeguato alle condizioni.

Benefici fisici

A differenza delle altre discipline invernali il fondo è una pratica che attiva tutto il corpo andando a sviluppare sia la resistenza muscolare che quella cardiaca. Lo sci di fondo è l’attività perfetta per tonificare i muscoli e perdere qualche chilo di troppo.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Magari un pò più precisi !!
    “Le due tecniche possibili nello sci di fondo prevedono materiali diversi. Nel caso della tecnica pattinata gli sci sono più lunghi e i bastoncini più corti rispetto a quelli utilizzati nel caso dello skating”

  2. Per chi non sa scegliere tra le due tecniche, esiste la terza via.Sci di fondo escursionistico con scarponcini, sci laminati, pelli di foca strette.Non occorre ticket di ingresso come su su piste battute.Poi non e’detto che sia alternativa escludente, si puo’ intervallareconle altre due..tutto fa tecnica e completa la goduria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close