Cronaca

Alpi Apuane. Caduta fatale per due escursionisti sul Monte Sella

Due escursionisti hanno perso la vita nella giornata di domenica sulle Alpi Apuane, precipitando dal versante del monte Sella (1.739 m) rivolto verso il mare, nel territorio di Massa (MS). Si tratta di due coniugi: Jeffrey Grazzini, 50 anni, nato negli USA ma cittadino italiano e Letizia Rossi, 47 anni. La coppia viveva a Lucca.

Una caduta fatale

Secondo la ricostruzione del Soccorso alpino e speleologico della Toscana pare che i due escursioni stessero camminando, legati l’uno con l’altra. La coppia sarebbe stata vista cadere improvvisamente all’altezza della cresta del Sella, a una quota di circa 1.700 metri, da alcuni testimoni presso il rifugio “Nello Conti ai Campaniletti” (attualmente chiuso), sul monte Focoletta, proprio di fronte al Sella. Le vittime sarebbero precipitate per alcune decine di metri, terminando la caduta sulla terra rocciosa della zona di Cave Cruzze.

Ancora in fase di chiarimento la dinamica dell’incidente. Nonostante i due procedessero in conserva, come dichiarato dai soccorritori, non si trattava di escursionisti esperti. La corda utilizzata non si mostrava infatti “propriamente indicata per la montagna”.

La lunga operazione di recupero

Lanciato l’allarme dal rifugio, verso le ore 11.30 sono immediatamente scattate le difficili operazioni di recupero a cura dei tecnici di Soccorso alpino e 118.

Un elicottero Pegaso 3 si è alzato in volo da Cinquale (MS), con a bordo un tecnico SAST e un medico. Il gps, localizzato sul telefonino di Grazzini, ha permesso ai soccorritori di raggiungere il luogo dell’incidente, a quota 1.498 metri. Arrivati sul posto non è stato possibile far altro che constatare il decesso dei due escursionisti.

A questo punto è stata attivata la stazione di Massa del Sast, che con il supporto dei soccorritori a terra, ha provveduto al recupero dei corpi. Il Pegaso si è alzato in volo altre due volte per portare i tecnici del Soccorso alpino in vetta, dove sono stati calati con il verricello. I corpi sono stati recuperati e trasportati uno alla volta alla base di Cinquale. Le salme sono state elitrasportate a valle e condotte verso le 17 all’obitorio di Massa.

Tags

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Per essere esatti la cresta del Monte Sella, più esattamente la nord-nord-ovest nel tratto dalla Focetta dell’Acqua Fredda all’Alto di Sella, il Monte Sella segue subito dopo, presenta passaggi difficoltosi in verticale fino al 3+ – 4- e poi pianeggiante e ciottoloso esposto, quindi senz’altro non banale e da non sottovalutare. La corda e l’assicurazione credo siano fondamentali.

  2. Anche conoscendo l’esatta dinamica, ormai non servira’da monito..altri continueranno ad improvvisare.Chissa’ quanti non leggono un blog, una rivista..un quotidiano…e partono alla ventura.

  3. Non conosco il posto ma il fatto che la corda fosse adatta o meno è irrilevante…a meno che non siano caduti perché si è rotta la corda…resto dell’idea che la conserva corta non protetta sia da evitare “sempre” o si va slegati o si fa conserva protetta altrimenti si aumenta solo il numero dei morti…RIP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close